Pene - Humanitas

La struttura del pene maschile, Pene - Wikipedia

Ricopre il corpo del pene, il prepuzio e il glande.

Le Dimensioni del Pene Preferite

Al livello della faccia ventrale del pene forma una sottile bruttezza dei peni pigmentata mediana, il rafe penieno.

Sul lato dorsale del pene contiene il fascio vascolo-nervoso del pene, costituito dalla vena dorsale del pene centralmente, dalle arterie dorsali del pene e dai nervi dorsali del pene lateralmente. Origina dalla faccia anteriore della sinfisi pubica ed è in continuità con la fascia la struttura del pene maschile Buck.

la struttura del pene maschile

Le cavernule raggiungono, nella parte centrale, un volume notevole; comunicano ampiamente fra loro e sono tappezzate da un endotelio privo di fenestrature. Vascolarizzazione del pene 5.

la struttura del pene maschile

Lungo il decorso nei corpi cavernosi emettono le arterie elicine, sottili ramuscoli che vanno ad irrorare le trabecole dei corpi cavernosi. Le arterie pudende esterne al livello della base del pene danno origine ad un sistema arterioso sottocutaneo tramite le arterie peniene assiali che si dirigono verso il prepuzio.

la struttura del pene maschile

Al livello della base del pene le arterie assiali danno origine ad un plesso arterioso sottile più superficiale, che si trova appena sotto il derma. Questo plesso giunge al livello del prepuzio.

Shutterstock Conosciuto anche come verga o asta virile, il pene è l'organo copulatore maschile, che ricopre anche il ruolo di ultimo tratto delle vie urinarie. Il pene, infatti, è l'organo genitale maschile protagonista dell'atto sessuale nonché la struttura anatomica, sempre maschile, da cui fuoriesce l' urina prodotta dai reni e accumulata in vescica.

Schematicamente possiamo descrivere tre principali sistemi venosi drenanti il sangue del pene: i sistemi superficiale, intermedio e profondo. Sistema venoso la struttura del pene maschile rappresentato dalla vena dorsale superficiale del pene che decorre lungo la parte dorsale del dartos del pene.

la struttura del pene maschile

Drena il prepuzio, la cute e il tessuto sottocutaneo. Costituito dal plesso retocoronale, vene emissarie, vene circonflesse e vene laterali che sboccano nella vena dorsale profonda.

la struttura del pene maschile

Essa scorre verso il pube nel solco dorsale compreso tra i corpi cavernosi. Drena il glande e i due terzi distali dei corpi cavernosi e corpo spongioso. Costituito dalle vene cavernose, vene bulbari e vene crurali che sboccano nella vena pudenda interna o nel plesso prostatico.

Sono possibili combinazioni delle curvature anche di tipo compensativo. Più probabili sono invece i microtraumi che si impongono continuamente al pene con posizioni obbligate o con manovre inadeguate che, in tempi medio-lunghi, possono portare a riduzioni dimensionali e a curvature mono o bilaterali. La accurata sintesi dei dati raccolti consentirà di definire il quadro complessivo, senza sottovalutazioni, da sottoporre a terapia. Esami sul sangue e sulle urine — I test sul sangue possono essere utili per determinare le condizioni generali la struttura del pene maschile, soprattutto in fase puberale-adolescenziale, impediscono lo sviluppo penieno o lo mantengono a limiti bassi: ove le condizioni cliniche lo richiedano possono essere determinati i livelli ormonali testosterone.

I due sistemisuperficiale e profondo sono connessi tra loro a livello del prepuzio del glande. Gli organi erettili sono anche provvisti di una ricca innervazione simpatica, che deriva dal plesso ipogastrico, e parasimpatica appartenente al parasimpatico sacrale.

la struttura del pene maschile

Un adeguato flusso sanguigno gioca un ruolo chiave nel processo Durante il riposo il pene si trova in uno stato flaccido. La muscolatura liscia è contratta e il flusso di sangue è minimo.

La sacca scrotale è costituita dalla cute, da una fascia membranosa, il dartos, una fascia cremasterica, il muscolo cremastere e la tunica vaginale. Sulla linea mediana corre una rilevatura lineare, il rafe, che continua sulla faccia ventrale del pene. La base o radice del pene è costituita dalle crura e dal bulbo. Le crura sono formazioni cilindriche pari, che prossimalmente sono ancorate alle branche ischio-pubiche e distalmente si uniscono sulla linea mediana a formare i corpi cavernosi. Le crura e il bulbo sono avvolti dai muscoli ischio- e bulbo-cavernosi, che, insieme al legamento fundiforme, ancorano il pene alla parete ischio-pubica.

I muscoli del perineo ischiocavernosi si contraggono aumentando la rigidità peniena.