LA DISFUNZIONE ERETTILE - Vecchi problemi nuove soluzioni - Poliambulatorio Valturio Rimini

Quando la fatica è unerezione debole

Turinys

    quando la fatica è unerezione debole

    E, secondo il sessuologo, anche questo tipo di problema potrebbe non essere una malattia, ma una conseguenza di una scorretta educazione sessuale. Torniamo dunque a parlarne con l'esperto.

    quando la fatica è unerezione debole

    Nella precedente intervista il dottor Vincenzo Puppo, medico e ricercatore del Centro Italiano di Sessuologia, a Firenze — prendendo spunto dal suo ultimo libro — ci ha spiegato come l'eiaculazione precoce non sia una malattia. Questa volta è il turno della disfunzione erettile maschile.

    quando la fatica è unerezione debole

    Dottor Puppo, cosa è esattamente quando la fatica è unerezione debole disfunzione erettile maschile? Secondo le statistiche interesserebbe milioni di uomini e a tutte le età più dopo i anni.

    Approfondimenti specialistici Cosa s'intende per "deficit di erezione"? Il deficit di erezione viene definito come difficoltà parziale o totale a mantenere l'erezione fino al completamento dell'attività sessuale.

    La disfunzione erettile è dunque un problema fisiologico o psicologico? Cos'è che la causa?

    quando la fatica è unerezione debole

    Puppo — infatti ci sono molte patologie che possono coinvolgere l'apparato sessuale maschile: tra le più comuni vedi il diabete, l'ipertensione ecc. O è dovuta a farmaci e simili.

    Il termine disfunzione erettile è più corretto del termine impotenza, proprio perché definisce più precisamente la natura di questa disfunzione sessuale. Una normale Erezione implica una corretta funzione integrata dei sistemi nervoso, circolatorio ed endocrino. I disturbi erettili sono molto diffusi, secondo alcune stime sono milioni gli uomini che ne sono colpiti nel mondo. Sebbene possa presentarsi a qualsiasi età, la disfunzione erettile è più frequente negli uomini di età superiore ai anni.

    Bisogna conoscere la fisiologia dell'erezione, che avviene in tre fasi: latente, turgida, rigida. Il pene maschile non è un muscolo, ma per ottenere la rigidità completa e il mantenimento dell'erezione è essenziale la contrazione dei muscoli perineali non pelvici!

    Marcata diminuzione della rigidità erettile. I sintomi del Criterio A si sono protratti come minimo per circa 6 mesi. Acquisito: Il disturbo inizia dopo un periodo di funzione sessuale relativamente normale.

    Sono quindi i muscoli perineali a permettere l'erezione. Se la loro contrazione non avviene in modo adeguato si ha dunque un problema, e non si ha l'erezione completa del pene? Basterebbero dunque dei semplici esercizi, senza ricorrere ai farmaci?

    Inoltre questi esercizi devono essere spiegati sempre in educazione sessuale e fatti regolarmente per tutta la vita dai maschi e dalle femmine: vedi la prevenzione del vaginismo. Dottor Puppo, vi sono altri vantaggi che possono derivare dall'allenamento di questi muscoli?

    1. Quanto tempo dovrebbe il pene
    2. Una diagnosi accurata di disfunzione erettile si basa sempre su un accurato esame obiettivo e su una scrupolosa anamnesi.

    Con Aggiornamenti